Birdwatching in Eritrea

In Italiano

 
Home                                   

Introduzione

White-collared Pigeon; Tekwonda, Eritrea L’Eritrea non è molto nota per il birdwatching, ma dovrebbe esserlo. Nonostante sia uno dei paesi africani più sottovalutati da questo punto di vista, può vantare un impressionante elenco di specie (più di 560), che certamente aumenterà con l’aumentare del numero di appassionati di birdwatching che visiteranno il paese.

L’Etiopia è famosa per essere uno dei luoghi più quotati al mondo per l’osservazione degli uccelli. I più apprezzati sono gli “endemismi” abissini, la maggior parte dei quali in effetti sono comuni anche all’Eritrea, dal momento che l’Altopiano Etiopico si estende in entrambi i paesi. Delle circa 35 specie endemiche dell’Altopiano Etiopico, infatti, 20 sono presenti anche in Eritrea, compreso il singolare Ibis caruncolato, la Sassicola di Ruppell dall’areale limitato, il tranquillo Turaco guance bianche e il bellissimo Inseparabile ali nere.

Pur essendo un Paese piccolo per gli standard africani, grazie all’altopiano che la divide in due l’Eritrea è ricca di habitat molto diversi fra loro. E’ qui che si trovano la foresta tropicale più settentrionale dell’Africa (Filfil), l’aspro paesaggio montagnoso intorno ad Adi Keih e Senafe, la primitiva bellezza dell’arcipelago delle Isole Dahlak, una delle pianure più calde del mondo (Dancalia), l’estesa boscaglia ad acacia dei bassipiani occidentali (Gash Barka) e più di 1000 km di costa ricca di specie migranti in primavera e autunno. E’ possibile vivere questi paesaggi in una settimana e annotare sul proprio taccuino avvistamenti per 250-300 specie! 

 

Quanto è sicura l’Eritrea?

Molti birdwatcher e potenziali visitatori pongono questa domanda. La risposta è che è molto sicura. L’Eritrea presenta uno dei tassi di criminalità più bassi dell’Africa. Le aggressioni per rapina sono virtualmente sconosciute, la corruzione è rara ed anche gli episodi di microcriminalità come il borseggio non sono frequenti. Dato che le irrisolte controversie di confine con l’Etiopia sono causa di perplessità da parte di chi desiderasse intraprendere un viaggio in quei territori, prima di partire è consigliabile ottenere informazioni aggiornate sulla situazione dal proprio Ministero degli Esteri; in ogni caso, ai cittadini stranieri non è consentito viaggiare in prossimità del confine con l’Etiopia. Per quanto riguarda il resto del Paese, ci sono limitazioni agli spostamenti dei cittadini stranieri ma è facile ottenere i permessi: una buona agenzia di viaggi sarà in grado di farvi raggiungere i siti più importanti per il birdwatching.

 


 

Specie endemiche dell’Altopiano Etiopico presenti in Eritrea

Una delle attrazioni principali per i birdwatcher che visitano l’Eritrea e l’Etiopia sono le specie endemiche dell’Altopiano Etiopico. Utilizzando come guida generale Sinclair e Ryan, Birds of Africa south of the Sahara (2003) (Princeton Field Guides) ho compilato un elenco di 20 specie endemiche comuni ai due Paesi. Molte delle citazioni si riferiscono alla regione di Adi Keih. Molte specie potrebbero essere presenti in altre aree dell’Altopiano (per es. intorno ad Adi Quala, Senafe Dekemhare, Asmara).

 

Nome italiano e inglese

Nome latino

Status in Eritrea

Esperienza personale

Ibis caruncolato

Wattled Ibis

 Bostrychia carunculata

Comune localmente

L’Ibis caruncolato è comune presso invasi e pascoli umidi a nord di Adi Keih, specialmente intorno a Hawatsu. Più a nord, intorno ad Asmara, meno comune ma avvistato spesso.

Rallo di Rouget

Rouget's Rail

Rougetius rougetii 

Comune localmente

Sorprendentemente facile da avvistare. Comune intorno a prati umidi, bacini idrici e corsi d’acqua a nord di Asmara.

Colomba dal collare bianco

White-collared Pigeon

Columba albitorques

Comune

Preferisce le aree agricole della parte meridionale dell’Altopiano, per esempio nella valle vicino a Tekwonda, Adi Keih. Si riproduce sui dirupi rocciosi, per esempio vicino a Safira.

Inseparabile ali nere

Black-winged Lovebird

Agapor nis taranta

Comune localmente

Comune nelle stazioni di specie arboree autoctone intorno a Adi Keih, per esempio a Karibosa.

Turaco guance bianche

White-cheeked Turaco

Tauraco leucotis

Piuttosto comune

Comune nelle stazioni mature di specie arboree autoctone, dal confine settentrionale al Filfil, dove è facile da avvistare.

Barbuto barrato Banded Barbet

Lybius undatus

Comune localmente

Comune nelle stazioni di specie arboree autoctone a sud di Asmara, per esempio a Karibosa, vicino a Adi Keih. Riconoscibile dallo stridulo richiamo (contact call) simile a quello di una rana.

Picchio abissino

Abyssinian Woodpecker

Dendropicos abyssinicus

Non comune

Presente in Eritrea, ma non è comune ed è difficilmente avvistabile.  Preferisce Euphorbia, per esempio vicino a Tsazega o Adi Wagara (Adi Keih).

Rondine serrata di Mangbettu

Blue Saw-wing

Psalidoprocne pristoptera

Piuttosto comune

Probabilmente è l’unica specie endemica esclusiva dell’Eritrea, dato che si è separata dal Black Saw-wing. Cercatela nelle vallate umide dove scorre l’acqua, specialmente nella stagione delle piogge. E’ blu-nero, con la parte inferiore delle ali leggermente più chiara, con la coda chiaramente forcuta.

Rigogolo testa scura di Ethiopia

Ethiopian Oriole

Oriolus monacha

Comune localmente

Comune nel Filfil e in altre aree estesamente forestate, scende fino a 1000 m di altitudine.

Corvo abissino

Thick-billed Raven

Corvus crassirostris

Raro

Non visto molto spesso in Eritrea, ma e possibile vederlo nelle scarpate montane.  Avvistamenti recente nelle regioni di Asmara e Mai Aini.

Cincia nera dorsobianco

White-backed Tit

Parus leuconotus

Non comune

Localizzata nelle poche aree residue di foresta matura a ginepro che si trovano nelle scarpate montane nelle regioni di Senafe e Adi Keih.

Sassicola di Ruppell

Ruppell's Black Chat

Myrmecocichla melaena

Comune

Comune in ogni area con pendii rocciosi e limitata copertura del terreno con vegetazione bassa nelle regioni di Senafe e Adi Keih.

Sassicola rupestre alibianche

White-winged Cliff Chat

Thamnolaea semirufa

Rara

Rara in Eritrea.  Possibile trovarlo a Debra Sina vicino ad Elabered, et a Arberoba, vicino a Nefasit.  Può essere facilmente confusa con la Sassicola ventrecannella, che invece è comune su tutto l’Altopiano.

Beccamoschino di Etiopia

Ethiopian Cisticola

Cisticola lugubris

(o Cisticola galactotoes lugubris)

Comune

Comune in tutte le zone umide e le foreste umide nell’area di Adi Keih. Emette frequentemente il suo richiamo e di solito è facilmente visibile per gli standard dei Cisticoli.

Pigliamosche ardesia abissino

Abyssinian Slaty Flycatcher

Dioptrornis chocolatinus

Comune localmente

Si trova nelle radure o nella volta delle foreste nelle regioni di Adi Keih e Senafe.

Storno beccobianco

White-billed Starling

Onychognathus albirostris

Comune localmente

Piccoli gruppi di 4-10 elementi sono comuni dovunque ci siano alberi al di sopra dei 1500 m, a sud di Adi Keih.

Canarino dal groppone giallo

White-throated Seed-eater

Serinus xanthopygius

Comune

Commune in molte ambiente - nella foresta tropicale, per esempio a Filfil, nella foresta acacia, per esempio vicino a Tsada Cristian o Adi Keih.


 

Andare in Eritrea

Il modo più facile per andare in Eritrea è in aereo. Tutti i voli arrivano all’aeroporto di Asmara. Lufthansa e Egypt Air garantiscono collegamenti settimanali dall’Europa. Anche la compagnia aerea nazionale yemenita Yemenia effettua voli su Asmara. Molti voli arrivano durante la notte.

Ricordate che è necessario ottenere un visto prima dell’arrivo in Eritrea. Visti turistici possono essere ottenuti facilmente dalle Ambasciate e dai Consolati eritrei per circa 50-60 $ USA e sono validi per un mese.

L’aeroporto di Asmara è a breve distanza dalla città. I taxi per la città solitamente costano circa 300-500 Nafka (20-27 $). Se volete risparmiare, gli autobus partono più o meno ogni ora durante il giorno e costano solo 1 Nfa. Si paga sull’autobus. Il numero 1 è il solo autobus che va dall’aeroporto in centro città, ma termina le corse alle 21 per ripartire alle 6, per cui se arrivate di notte dovete prendere un taxi.

Lasciando l’Eritrea è necessario pagare una tassa aeroportuale di 20 $ USA.

 

Come alloggiare ad Asmara

Asmara offre una gamma completa di sistemazioni, che vanno dai prezzi e servizi di livello europeo dell’Hotel Intercontinental o dell’Albergo Italia, alle pensioni disseminate per il centro della città, che costano anche 30 Nfa a notte. Per i dettagli si può consultare la guida Bradt dell’Eritrea (in Inglese, Edward Denison, 2007).

 

Viaggiare per l’Eritrea

Viaggiare in Eritrea può comportare numerose complicazioni (elencate più avanti), per cui vi consiglio di organizzare il vostro viaggio affidandovi ad un’agente di viaggio dalla comprovata esperienza. Solomon Abraha gestisce la Travel House International e può essere certamente il vostro punto di contatto principale. Non solo è uno degli agenti di viaggio migliori, più professionali e di maggiore esperienza, ma è egli stesso uno dei più appassionati birdwatcher dell’Eritrea e parla perfettamente sia l’italiano che l’inglese. Cosa volete di più? Ecco in dettaglio i contatti con la Travel House:

 

Travel House International No 5, 175-5 Street, PO Box 5579. Tel.: 201881; 201882; 201883. Fax.: 120064; 120751. Sito internet: www.travelhouseeritrea.com

 

Permessi di viaggio

Un viaggio attraverso l’Eritrea è organizzato al meglio se ci si affida ad un agente di viaggio esperto. Per qualunque destinazione è necessario un permesso; sebbene tali permessi non siano difficili da ottenere, potreste perdere molto tempo con la burocrazia se non conoscete il sistema. Se volete tentare voi stessi, l’ufficio competente è il Ministero del Turismo in viale Asmara, quasi di fronte alla caratteristica cattedrale cattolica di Santa Maria. La maggior parte dei permessi costano circa 20 Nfa; per certe destinazioni come la foresta Filfil e alcuni siti archeologici (Qohaito, Adulis, Metera) è necessario un permesso diverso che costa 70 Nfa. Al Ministero del Turismo vi spiegheranno le procedure.

 

Opzioni di viaggio

Esistono due opzioni di base: noleggio di un’auto o trasporto pubblico su autobus. Il noleggio di un mezzo di trasporto può essere effettuato attraverso una delle numerose organizzazioni elencate di seguito. I prezzi sono simili a quelli occidentali, solitamente 1000 Nfa al giorno (circa 70 $ USA) per una berlina e fino a 2000 Nfa al giorno (circa 140 $ USA) per un fuoristrada a trazione integrale. Questi ultimi sono fortemente consigliati, dato che in molti siti per il birdwatching si arriva per strade non asfaltate.

 

Africa Car Rental: Tel. 121755

Alfa: Tel. 201355

Dina: Tel. 116124

Leo Rent a Car: Tel. 202307

Sahil Car Rental: Tel. 125804 (si trova al n.171 di Harnet Avenue in centro)

Star Car Rental: Tel. 126849

Travel House International: Tel. 120208 (si trova non lontano dal centro, sulla 175-5 Street, di fronte alla Casa degli Italiani)

 

Anche se è molto economico e rappresenta un interessante modo per incontrare le persone, spostarsi con gli autobus locali spesso comporta lunghe attese e scomode condizioni di viaggio a bordo. Le stazioni degli autobus sono raggruppate a circa 2 km a nord del centro di Asmara. Si trovano vicino ai negozi "Media Eritra". Quando ci arrivate, chiedete dell’autobus facendo il nome della città di destinazione; verrete subito indirizzati nella giusta direzione. E’ probabile che essendo stranieri vi faranno passare in cima alla fila. Per alcune destinazioni gli autobus si riempiono lentamente, per cui potrete andare avanti senza fare la fila, ma potreste aspettare un’ora o due prima che il bus si riempia prima di partire. I tempi di aspetto sono del tutto imprevedibili, ma di solito sono compresi tra una e tre ore. Raramente i bus partono con il buio. Le tariffe sono molto economiche (attualmente 28 Nfa per Adi Keih, 17 Nfa per Keren, 20 Nfa per Massawa). Una volta raggiunta la vostra città di destinazione, potrete facilmente andare in giro a piedi se preferite e troverete facilmente qualcuno del posto disposto a mostrarvi ad un prezzo conveniente (negoziate in anticipo) i luoghi da vedere e a portarvi nei siti di birdwatching descritti in questo sito web. Come abbiamo detto, questo è un buon modo di incontrare i cordiali e ospitali Eritrei, e capire il loro modo di concepire la vita.

 

Carte geografiche

Attualmente non esistono buone carte geografiche dell’Eritrea. La sola di cui potreste venire in possesso è la International Travel Map (scala 1:900.000), pubblicata da ITMB Publishing in Canada. Senza voler criticare l’unica carta disponibile, fate attenzione perché contiene molti errori, compresi nomi di luoghi sbagliati o antiquati, luoghi non citati, strade obsolete, ecc. Perciò, cercate sempre le indicazioni sul posto o portate con voi qualcuno che conosce la zona.

 

Altre letture consigliate

L’ultima edizione della Guida Brandt all’Eritrea di Edward Denison è del 2007 (in Inglese) e le informazioni che contiene sono molto più complete. Vi consiglio di acquistarne una copia per il vostro viaggio.

 

Eritrea Information             
Abyssinian Endemics            
Bird Checklist for Eritrea       
Travel & Accommodation     
In Italiano
Photos                                
Other Wildlife                      
Asmara Birdwatching           
Filfil Birdwatching                
Adi Keih Birdwatching          
Massawa Birdwatching         
Dahlak Islands Birdwatching    
Elabered / Keren Birdwatching
Gash Barka Birdwatching        
Contacts                             
Links                                  
Children and Schools